Brunch vegan: ora è possibile con queste ricette

Cosa fare la domenica quando ci si sveglia in un orario improbabile sia per fare colazione che per il pranzo? Un bel brunch vegan

 

brunch vegan

E cosa fare se si segue una dieta vegana? Un brunch vegan!

 

Non è difficoltoso trovare degli ingredienti per un brunch vegano sostanzioso e soprattutto costoso, basta solo avere fantasia.

 

Come idea di brunch si è pensato a uova strapazzate vegan e frullato di fragola e soia, due idee molto facili da realizzare e poco costose, specie se si hanno gli avanzi di una frittata vegan e non si sa come impiegarla.

 

Per aiutarti con questa ricetta e molte altre prova uno strumento unico chiamato Chufamix, ne abbiamo parlato in questo articolo.

ChufaMix - Veggie Drinks Maker
Il primo utensile per spremere semi, frutta secca, cereali ed erbe!
€ 48

Ingredienti per il brunch vegan:

 

per le uova strapazzate vegan

 

2 fette di pane in cassetta integrale vegano (dal biologico)

funghi o altra verdura sottolio q.b

avanzi di frittata vegan

 

per il frullato vegan

 

100 g di fragole fresche o surgelate

200 ml di latte di soia

2 kiwi

Ghiaccio a cubetti

 

Prima di tutto, bisogna pensare al pane. Tostarlo in forno o sulla griglia. Sgocciolare per bene la verdura sott’olio.

Per le uova strapazzate, basterà rompere gli avanzi di frittata vegan e riscaldarli per pochi minuti. Ovviamente, per chi preferisce una consistenza più morbida, può farla da zero, aspettare che si rapprenda leggermente e iniziare a romperla compiendo dal centro movimenti circolari.

 

Per quanto riguarda il frullato, è semplicissimo da preparare.

Mondare le fragole se sono fresche, gettarle in un frullatore o in un robot da cucina e aggiungere il latte di soia e i kiwi. Frullare il tutto per alcuni secondi. Se si usano fragole surgelate, meglio prima frullarle e poi aggiungere gli altri ingredienti. In questo caso non è consigliabile servirlo con il ghiaccio, visto che è già freddo, mentre se si impiegano fragole fresche è bene metterne alcuni cubetti nel bicchiere. Il composto, in entrambi i casi, deve essere vellutato e omogeneo.

Decorare con fragole a pezzettini o con scaglie di mandorle e servire immediatamente con le uova strapazzate.

 

Alcune dritte per rendere il brunch vegan eccellente.

La dolcezza delle fragole e l’asprezza del kiwi si sposano bene, ecco perché serve un latte vegetale neutro, preferibilmente non aromatizzato. Logicamente poi bisogna seguire i propri gusti, ma è preferibile quindi scegliere latte di soia o di riso piuttosto che un latte di mandorle, troppo dolce, il quale rischia di rovinare la preparazione. Per quanto riguarda la preparazione delle uova strapazzate vegan, il consiglio è quello di spezzettare prima la frittata e poi metterla in uan padella a scaldare leggermente, con la verdura, in modo che i sapori si amalgamino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *