Frittata di patate vegan senza uovo: la ricetta

Prepara la tua frittata di patate vegan senza usare le uova!

La frittata è uno degli alimenti più semplici e gustosi da preparare. Si cucina in pochi minuti ed è una vera e propria manna dal cielo nel momento in cui le idee scarseggiano e dalla cena precedente è avanzato parecchio.

frittata di patate vegan
frittata di patate vegan

È un piatto che puoi mangiare dovunque tu voglia perché è ottimo da gustare sia caldo che freddo. Inserita in un contenitore, la puoi portare in ufficio e goderti una pausa pranzo all’insegna del salutare in pieno stile vegan, ma puoi anche usarla per ricaricare le energie in spiaggia. Questo perché è versatile, fresca e fatta con ingredienti che trasudano benessere da ogni poro.

In questo articolo voglio offrirti una varietà un po’ diversa, completamente senza uova. Si tratta della frittata di patate vegan, un’ottima alternativa al solito mix di verdura che, ammettiamolo, dopo un po’ è capace di stancare sia il gusto che la vista.

Ricetta Frittata di patate vegan: ingredienti e preparazione

frittata di patate vegan
Frittata di patate vegan

Se vuoi un consiglio spassionato, prepara la tua piadina per la cena e assapora gli avanzi a pranzo del giorno successivo.

Ti fornisco la dose degli ingredienti per circa 10-12 persone, proprio per darti l’opportunità di tenerne da parte per le prossime giornate. Se lo desideri, puoi anche conservarla in frigo per tirarla fuori e mangiarla quando vuoi.

Ingredienti

  • una padella anti-aderente con diametro di circa 8-10 centimetri;
  • un piatto rotondo abbastanza capiente;
  • olio di oliva;
  • 400 g di patate, sbucciate e tagliate sottili;
  • 300 g di cipolle, tagliate a fette sottili;
  • 2 cucchiai di latte di soia;
  • 2 cucchiaini di sale marino;
  • lattuga, a tuo piacimento;
  • maionese al rafano fresco.

Preparazione

Per preparare la frittata di patate vegan, ecco quali sono i passaggi da seguire:

  1. Versa circa due cucchiai di olio d’oliva in padella e riscalda a fuoco medio;
  2. Aggiungi le patate e le cipolle affettate e cuoci fino a raggiungere una specie di impanatura dorata;
  3. Mescola di tanto in tanto per circa 25 minuti;
  4. Una volta che le patate risultato dorate e abbastanza croccante, spostale in un contenitore a parte, meglio se un piatto;
  5. In un’ampia ciotola, inserisci la maionese di rafano e condisci con il sale;
  6. Aggiungi il composto di patate e cipolle e incorpora con delicatezza;
  7. Nella padella ancora calda d’olio, versa il risultato ottenuto dal passaggio precedente e abbassa la fiamma;
  8. Mentre la base comincia a prendere forma, tira verso i lati per creare un bordo arrotondato. Agita di tanto in tanto per non far attaccare il tutto;
  9. Quando la frittata è ben impostata ma ancora umida al centro, posiziona il piatto sopra la padella e capovolgila (aiutati con un asciugamano o un panno per non rischiare di scottarti) e adagiala sul piatto stesso;
  10. Aggiungi dell’altro olio in padella e, con l’aiuto di una spatola, fai scorrere delicatamente la frittata di nuovo in pentola con il lato bagnato rivolto verso il basso;
  11. Cuoci fino a ottenere il colore e la croccantezza desiderata, ma stai attenta a non bruciarla o il risultato sarà soltanto una gomma non molto invitante.

Hai visto come è semplice? E tu hai mai fatto la frittata di patate vegan? Conosci altre varianti? Dimmi la tua nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *