Ricetta del sanguinaccio vegano (il nome secondo l’enciclopedia è corretto)

chiacchiere-e-sanguinaccio-cfp

Il sanguinaccio è un dolce di carnevale a base di cioccolato originario della Calabria, della Campania e della Basilicata.

In passato, fra i vari ingredienti, si usava pure il sangue del maiale, per fortuna ora è proibito e quindi gli chef devono proporre ricette alternative.

Per questo motivo ho specificato nel titolo che il nome secondo l’enciclopedia è corretto, appunto perché definisce un dolce a base di cioccolato e anche se questo dolce non usa il sangue da molto tempo è corretto chiamarlo sanguinaccio, in quanto è mondialmente conosciuto così, anche se a molti veg non va giù questa cosa. Difatti gli chef continuano a chiamarlo sanguinaccio, anche se non ha sangue, dilettandosi in ricette di vario genere, che però spesso contengono ingredienti non vegan, come il latte e lo zucchero (sbiancato con carbone animale).  Se non sei d’accordo mi dispiace, ma è il nome corretto e non posso cambiarlo e poi questo ha un aspetto positivo: fa capire agli onnivori come possono mangiare tutto quel che vogliono, senza privarsi del gusto ma senza crudeltà.

La ricetta che ti lascio oggi è del sanguinaccio vegano.

Ingredienti:

  • 1 litro di latte di soia o altro latte vegetale
  • 400 g di zucchero di canna
  • 200 g di farina di carrube
  • 1 pizzico di cannella
  • 1 pizzico di farina di semi di carrube
  • 1 baccello di vaniglia
  • 60 g di amido di mais
  • Granella di nocciole

Intanto non devi confondere la farina di semi di carrube che serve come addensante dalla farina di carrube normale che è un sostituto del cacao con delle ottime proprietà salutistiche. Ecco perché nella ricetta trovi entrambi le farine.

Procedimento:

  1. Prendere una pentola e metterci tutti gli ingredienti tranne la cioccolata e l’amido di masi.
  2. Aggiungere un po’ alla volta e mescolando l’amido di mais.
  3. Mettere la pentola sul fuoco a fiamma bassa, continuando a mescolare.
  4. Quando sta per bollire abbassare la fiamma al minimo, continuando a mescolare.
  5. Cucinare ancora un paio di minuti mescolando di continuo.
  6. Versare la crema così ottenuta in ciotoline di vetro e lasciare raffreddare.
  7. Riporre in frigo.
  8. Il sanguinaccio va servito freddo.
  9. La granella di nocciole serve per decorare, quindi ce la aggiungi al momento in cui servirai il sanguinaccio vegano.

Il sanguinaccio vegan è ottimo con le chiacchiere vegan!

Annalisa Veg

Appassionata di Ricette vegane, alimentazione naturali e prodotti biologici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *