Ricette vegane con fave secche decorticate

Ricetta dello stufato di fave secche

Il mio modo di cucinare si divide in due campi. Spesso ho un’idea di ciò che voglio fare e mi limito a realizzarla. Altre volte mi piace seguire la guida di un altro cuoco o chef. Mi metto completamente nelle loro mani. In quest’ultimo caso, mi trovo a setacciare libri di cucina e riviste alla ricerca di ricette che mettano in risalto combinazioni di sapori o tecniche inaspettate e interessanti. Cerco idee e approcci nuovi per me, o modi per utilizzare un ingrediente che non conosco bene. Spesso mi rivolgo a libri che hanno forti radici in un luogo specifico o in una cucina tradizionale. È una pratica che cerco di portare avanti un paio di volte alla settimana e devo dire che i risultati possono essere ottimi. Questa zuppa ne è un esempio lampante. È tratta da La cucina messicana di Rick Bayless, un libro pubblicato originariamente quasi 15 anni fa. La zuppa è un’affascinante accoppiata di fave secche e pomodori arrostiti, condita con un condimento di peperoncini piccanti e agrodolci baciati dal sidro. Il condimento prevede l’uso di origano messicano, coriandolo fresco e mentuccia, e le note verdi bilanciano la terrosità dei peperoncini. Una delle zuppe migliori e più interessanti che abbia mai cucinato negli ultimi anni.

Zuppa di fave

NOTE Per questa applicazione, l’aquafaba deve essere ridotta fino a raggiungere la consistenza di un albume d’uovo. Per ridurla è sufficiente farla sobbollire (senza coperchio) sul fornello fino a quando l’acqua in eccesso non evapora e il liquido rimanente diventa denso e quasi gelatinoso (simile agli albumi). Una volta ridotta, raffreddare completamente l’aquafaba prima di utilizzarla.CONDIVIDI

  Ricetta cavolo romano e fave vegan

Salva il mio nome, l’email e il sito web in questo browser per la prossima volta che commenterò.Il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato o usato per inviarti SPAM! Δ5.02 recensioni, 10 commentiREVIEWS & QUESTIONSNuno Dias:REPLY3 Sep 2020Pensi che la pasta potrebbe, magari con qualche altra modifica, essere fatta con successo con farina integrale? Anche se non completamente, un po’ sarebbe meglio di niente.

Emma:REPLY23 May 2017Quanto bene si congelano, secondo te? Potrei congelarli singolarmente su un pezzo di carta da forno prima di unirli in un contenitore ermetico? Mi piacerebbe fare un lotto gigante e averne un po’ da cucinare all’occorrenza.

Ricette con le fave greche

Le fave sono ricche di fibre e contengono acido folico, potassio e magnesio. Questi legumi versatili possono essere consumati da soli o aggiunti ad altri piatti. Lavate accuratamente le fave secche, mettetele in ammollo e togliete loro la buccia prima di cucinarle.

Riassunto dell’articoloXLe fave possono richiedere un po’ di tempo per la cottura, ma il risultato di questo piatto nutriente ne vale la pena. Prima di cucinare le fave, è necessario metterle in ammollo per una notte per idratarle. Sciacquate i fagioli secchi in uno scolapasta per eliminare la polvere o la sporcizia. Quindi, metteteli in una grande ciotola con 10 tazze d’acqua per ogni chilo di fagioli. Dopo almeno 8 ore, scolate accuratamente i fagioli, poiché i residui di quest’acqua possono causare disturbi allo stomaco. Successivamente, è necessario rimuovere la buccia di ogni fagiolo pizzicandola delicatamente tra le dita. Mettete i fagioli sbucciati in una pentola grande con 10 tazze d’acqua per ogni chilo di fagioli. Portate la pentola a ebollizione, quindi riducete il fuoco e lasciate sobbollire. Ogni 10 minuti, controllate se i fagioli sono pronti punzecchiandone uno con una forchetta. Se è morbido, è pronto e potete scolare i fagioli. Per sapere come fare un ammollo veloce se avete poco tempo, continuate a leggere!

  Ricette vegane con fave secche

Fave spaccate secche

Ogni primavera preparo almeno un piatto con le fave. Sono molto laboriose perché, oltre a sgusciarle, devono essere sbucciate dopo la cottura. Il loro sapore unico, tuttavia, giustifica il lavoro extra almeno una volta nella stagione. Si possono sostituire con altri fagioli sgranati che non devono essere sbucciati, come i fagioli di Lima o di mirtillo rosso. I mercati contadini sono un buon terreno di caccia per i fagioli freschi. Questa ricetta è una versione semplificata della tagine, lo stufato marocchino che si prepara in una couscoussiere, un ingegnoso sistema a doppia caldaia in cui la tagine cuoce nel recipiente inferiore e il couscous si trova sopra di esso per cuocere nel vapore profumato della tagine.

  Fave secche ricette vegan

In una pentola grande, scaldare l’olio a fuoco basso. Aggiungere l’asafetida, se si desidera, lo zenzero e il cumino e cuocere fino a quando non saranno fragranti, mescolando spesso, per circa 1 minuto. Aggiungere carote, sedano e peperoni e cuocere, mescolando spesso, per 5 minuti.

Aggiungere tutti i fagioli, i cuori di carciofo, il brodo, i pomodori secchi, lo zucchero, il sale, la curcuma, la paprica, la cannella e lo zafferano. Mescolare bene. Aumentare la fiamma al massimo e portare a ebollizione. Ridurre la fiamma al minimo, coprire e cuocere a fuoco lento fino a quando i fagioli e le verdure saranno teneri, circa 15 minuti.

Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad